Tuesday, January 1, 2013

Messaggio al pubblico inglese: Il fascismo è una « rivolta spirituale »

(Pubblicato in « Il Popolo d'Italia », 5 gennaio 1924)

Dichiarazioni fatte a Roma, all'inviato speciale dell'Observer di Londra, nei primi giorni di gennaio del 1924.

di Benito Mussolini

Il movimento fascista, per essere compreso, deve essere considerato in tutta la sua vastità e profondità di fenomeno spirituale.

Le sue manifestazioni politiche sono state le pia potenti e le piu decisive, ma non bisogna fermarsi ad esse: il fascismo italiano non è stato, infatti, solamente una rivolta politica contro Governi fiacchi ed incapaci, che avevano lasciato decadere l'autorità dello Stato e minacciavano di arrestare l'Italia sulla via del suo necessario sviluppo, ma è stato una rivolta spirituale contro vecchie ideologie che corrompevano i sacri principi della religione, della patria e della famiglia.

Rivolta spirituale dunque, il fascismo è stato espresso direttamente dal popolo. Soldati reduci dalle trincee, piccoli borghesi, operai, sono stati tra i primi fascisti, e questa origine ha impresso al movimento un carattere che esso non ha mai perduto, e non perderà.

Restaurazione di principi e di valori essenziali a una gran società nazionale, il fascismo ora lavora con ammo di ferro a rafforzare nel popolo quelle virtù di devozione e di disciplina, dalle quali esso ha tratto la sua forza.

Chi ha gli occhi tanto acuti da poter guardare nel cuore della storia d'Italia può comprendere e valutare il fascismo; chi non conosce l'Italia nella sua storia e chi non è abituato a conoscere la purezza e la grandezza dei fenomeni spirituali non lo capirà mai.